logoleft

Il Nelson Mandela National Museum

I primi anni della vita di un eroe

Situato nella regione del Transkei, nell’Eastern Cape, il Nelson Mandela Museum si sviluppa su tre diverse sedi. Si tratta di un museo articolato lungo un percorso ragionato, che ha inizio nel Bhunga Building di Mthatha, nella regione del Transkei, che ospita un’esposizione che si dipana sul filo dell’autobiografia dello stesso Mandela, ‘Long Walk to Freedom’ ( “Il lungo cammino verso la libertà”) a cui presto si aggiungerà una mostra dedicata a Mandela e Albert Luthuli (già presidente dell’African National Congress e Premio Nobel per la Pace). Il Museo presenta infine la collezione dei doni e dei premi che Mandela ha ricevuto nel corso degli anni.
Un’altra tappa del Nelson Mandela Museum è a Mvezo, un pacifico villaggio rurale sul fiume Mbhashe, dove si trovano ancora i ruderi della casa colonica di Mandela e la povera casa in cui egli nacque. Il nipote di Mandela, leader del Mvezo Traditional Council, risiede tutt’oggi qui.
Quando il padre di Nelson Mandela cessò di essere il capo del villaggio di Mvezo, l’intera famiglia si transferì a Qunu. Qui il museo propone un percorso che comincia con la Chiesa Presbiteriana  presso la quale Mandela frequentò la scuola elementare, la chiesa dove fu battezzato, la roccia presso la quale si raccoglieva in preghiera e la tomba di famiglia. A Qunu si trovano inoltre la casa di campagna di Nelson Mandela e il Mandela Youth and Heritage Centre, un centro didattico dedicato ai giovani.
Il Nelson Mandela Museum celebra la storia dell’emancipazione sudafricana e del suo principale artefice, l’eroe della pace Nelson Rolihlahla Mandela, discendente dalla famiglia reale dei Tembu e nato a Mvezo, nella provincia dell’Eastern Cape, il 19 luglio 1918.
Entrato a far parte dell’African National Congress (ANC), nell’agosto del 1943 Nelson Mandela partecipò alla sua prima marcia a sostegno di un’azione di boicottaggio degli autobus ad Alexandra. ‘Finalmente partecipavo – scrisse. – Scoprii che marciare tutti insieme, tutti uniti, produceva in me una sensazione forte, di grande emozione e coinvolgimento.'
Ben presto il giovane Mandela si trovò a capeggiare le marce di protesta, e fu il principale artefice del cambio di direzione dell’ANC. Fondò la Youth League dell’ANC e coordinò le attività dell’Umkhonto we Sizwe (MK), l’ala armata del movimento quando questo entrò in clandestinità.
Nel 1963, mentre scontava una condanna di tre anni per espatrio illegale e per incitamento allo sciopero, Nelson Mandela fu accusato di alto tradimento e condannato all’ergastolo.
L’11 febbraio del 1990 Nelson Mandela tornò finalmente in libertà ed assunse un ruolo determinante nel processo di transizione che il Sudafrica andava avviando, divenendo nel 1994 il primo presidente del Sudafrica democraticamente eletto. Per il valore e l’impegno profuso nella causa della libertà, nel 1993 gli fu conferito il Premio Nobel per la Pace.
Sapevate che: 
In lingua Xhosa, Rolihlahla significa 'ramoscello che si spezza, ma non si piega'.
Consigli di viaggio & informazioni utili
Contatti
Nelson Mandela Museum
Nelson Mandela National Museum
Tel: +27 (0) 47 532 5110
Email: tours@nelsonmandelamuseum.org.za
Come arrivare
Il Nelson Mandela Museum si trova a metà strada tra Durban e Port Elizabeth sulla N2. È raggiungibile via terra da Cape Town, East London, Port Elizabeth e Durban. NB – Nei prossimi due anni il Bhunga Building di Mthatha resterà chiuso lavori di ristrutturazione; da settembre il Museo sarà trasferito al Qunu Centre. 
Nei dintorni
La provincia dell’Eastern Cape offre spiagge meravigliose. Nelle principali città sono disponibili visite guidate alle township o ai villaggi culturali sudafricani. Nelle immediate adiacenze si trova la Coffee Bay e una singolare formazione rocciosa che prende il nome di Hole-in-the-Wall.
Come muoversi
Per visitare le tre sedi del museo è necessario spostarsi in auto.
Durata della visita
Per visitare le tre sedi del museo occorre almeno un’intera giornata.
Tour e visite guidate
Il museo offre attualmente visite guidate presso il Bhunga Building e il villaggio di Qunu, che dista 34 km da Mthatha. La guida deve essere prenotata in anticipo ed i visitatori devono disporre di un proprio mezzo di trasporto per muoversi tra i due siti. Sono inoltre disponibili informazioni su come raggiungere Mvezo.
Per i gruppi, le comunità locali organizzano su richiesta e tramite il museo momenti di intrattenimento durante i quali offrono specialità del territorio e si esibiscono in danze tipiche e racconti della tradizione. 
Quanto costa
L’ingresso al museo è attualmente gratuito, ma le donazioni volontarie sono gradite, poiché il museo è gestito da un’organizzazione no-profit.
Dove alloggiare
Ad Umtata è possibile pernottare in alcune deliziose guesthouse. Le città di East London e Port Elizabeth offrono ogni tipo di struttura ricettiva.
Eventi speciali
Il 18 luglio, nella ricorrenza del compleanno di Nelson Mandela, si organizzano eventi e celebrazioni speciali.
Sapevate che:
L’autobiografia di Nelson Mandela, ‘Long Walk to Freedom’ fu scritta durante la detenzione a Robben Island in due manoscritti: uno fu confiscato dalle autorità, mentre l’altro riuscì a raggiungere la Gran Bretagna clandestinamente.

Il Nelson Mandela National Museum celebra la vita di Nelson Mandela, il grande statista sudafricano cui si deve la riconciliazione delle varie etnie dopo la caduta dell’apartheid, un emblema universale della pace che da allora è di esempio al mondo intero ed a cui è dedicato questo museo, articolato in tre diverse sezioni, che ne documentano l’infanzia e la giovinezza. 

Seguendo una formula decisamente non convenzionale ed innovativa, il Nelson Mandela Museum è costituito da tre diverse sezioni espositive: il Bhunga Building di Umtata; Mvezo, il villaggio in cui Mandela nacque, e il Qunu Museum, che offre una vivace rappresentazione degli anni della sua gioventù.

Il Nelson Mandela Museum in South Africa è stato inaugurato l’11 Febbraio 2000 per tributare un doveroso omaggio alla dedizione con cui questo grande uomo ha saputo lottare nel nome della libertà e della democrazia.

Situato nella regione del Transkei, nell’Eastern Cape, il Nelson Mandela Museum si sviluppa su tre diverse sedi. Si tratta di un museo articolato lungo un percorso ragionato, che ha inizio nel Bhunga Building di Mthatha, nella regione del Transkei, che ospita un’esposizione che si dipana sul filo dell’autobiografia dello stesso Mandela, ‘Long Walk to Freedom’ ( “Il lungo cammino verso la libertà”) a cui presto si aggiungerà una mostra dedicata a Mandela e Albert Luthuli (già presidente dell’African National Congress e Premio Nobel per la Pace). Il Museo presenta infine la collezione dei doni e dei premi che Mandela ha ricevuto nel corso degli anni.

Un’altra tappa del Nelson Mandela Museum è a Mvezo, un pacifico villaggio rurale sul fiume Mbhashe, dove si trovano ancora i ruderi della casa colonica di Mandela e la povera casa in cui egli nacque. Il nipote di Mandela, leader del Mvezo Traditional Council, risiede tutt’oggi qui.

Quando il padre di Nelson Mandela cessò di essere il capo del villaggio di Mvezo, l’intera famiglia si transferì a Qunu. Qui il museo propone un percorso che comincia con la Chiesa Presbiteriana  presso la quale Mandela frequentò la scuola elementare, la chiesa dove fu battezzato, la roccia presso la quale si raccoglieva in preghiera e la tomba di famiglia. A Qunu si trovano inoltre la casa di campagna di Nelson Mandela e il Mandela Youth and Heritage Centre, un centro didattico dedicato ai giovani.

Il Nelson Mandela Museum celebra la storia dell’emancipazione sudafricana e del suo principale artefice, l’eroe della pace Nelson Rolihlahla Mandela, discendente dalla famiglia reale dei Tembu e nato a Mvezo, nella provincia dell’Eastern Cape, il 19 luglio 1918.

Entrato a far parte dell’African National Congress (ANC), nell’agosto del 1943 Nelson Mandela partecipò alla sua prima marcia a sostegno di un’azione di boicottaggio degli autobus ad Alexandra. ‘Finalmente partecipavo – scrisse. – Scoprii che marciare tutti insieme, tutti uniti, produceva in me una sensazione forte, di grande emozione e coinvolgimento.'

Ben presto il giovane Mandela si trovò a capeggiare le marce di protesta, e fu il principale artefice del cambio di direzione dell’ANC. Fondò la Youth League dell’ANC e coordinò le attività dell’Umkhonto we Sizwe (MK), l’ala armata del movimento quando questo entrò in clandestinità.

Nel 1963, mentre scontava una condanna di tre anni per espatrio illegale e per incitamento allo sciopero, Nelson Mandela fu accusato di alto tradimento e condannato all’ergastolo.

L’11 febbraio del 1990 Nelson Mandela tornò finalmente in libertà ed assunse un ruolo determinante nel processo di transizione che il Sudafrica andava avviando, divenendo nel 1994 il primo presidente del Sudafrica democraticamente eletto. Per il valore e l’impegno profuso nella causa della libertà, nel 1993 gli fu conferito il Premio Nobel per la Pace.

Sapevate che: 

In lingua Xhosa, Rolihlahla significa 'ramoscello che si spezza, ma non si piega'.

Consigli di viaggio & informazioni utili

Contatti

Nelson Mandela Museum
Nelson Mandela National Museum
Tel: +27 (0) 47 532 5110
Email: tours@nelsonmandelamuseum.org.za

Come arrivare

Il Nelson Mandela Museum si trova a metà strada tra Durban e Port Elizabeth sulla N2. È raggiungibile via terra da Cape Town, East London, Port Elizabeth e Durban. NB – Nei prossimi due anni il Bhunga Building di Mthatha resterà chiuso lavori di ristrutturazione; da settembre il Museo sarà trasferito al Qunu Centre. 

Nei dintorni

La provincia dell’Eastern Cape offre spiagge meravigliose. Nelle principali città sono disponibili visite guidate alle township o ai villaggi culturali sudafricani. Nelle immediate adiacenze si trova la Coffee Bay e una singolare formazione rocciosa che prende il nome di Hole-in-the-Wall.

Come muoversi

Per visitare le tre sedi del museo è necessario spostarsi in auto.

Durata della visita

Per visitare le tre sedi del museo occorre almeno un’intera giornata.

Tour e visite guidate

Il museo offre attualmente visite guidate presso il Bhunga Building e il villaggio di Qunu, che dista 34 km da Mthatha. La guida deve essere prenotata in anticipo ed i visitatori devono disporre di un proprio mezzo di trasporto per muoversi tra i due siti. Sono inoltre disponibili informazioni su come raggiungere Mvezo. Per i gruppi, le comunità locali organizzano su richiesta e tramite il museo momenti di intrattenimento durante i quali offrono specialità del territorio e si esibiscono in danze tipiche e racconti della tradizione. 

Quanto costa

L’ingresso al museo è attualmente gratuito, ma le donazioni volontarie sono gradite, poiché il museo è gestito da un’organizzazione no-profit.

Dove alloggiare

Ad Umtata è possibile pernottare in alcune deliziose guesthouse. Le città di East London e Port Elizabeth offrono ogni tipo di struttura ricettiva.

Eventi speciali

Il 18 luglio, nella ricorrenza del compleanno di Nelson Mandela, si organizzano eventi e celebrazioni speciali.

Materiale

Scarica la mappa "Sulle orme di Mandela"